Core S.p.AIl forno di Sesto San Giovanni è un impianto per la termo-valorizzazione dei rifiuti solidi urbani, che restano dopo la raccolta differenziata, finalizzato alla produzione di energia elettrica. E’ il frutto dell’opera di rifacimento e completamento del Consorzio dei Comuni di Cologno Monzese,Cormano, Pioltello, Segrate e Sesto San Giovanni, di un precedente impianto di incenerimento per rifiuti.

Il nuovo termovalorizzatore è indispensabile per assicurare autonomia e certezza di smaltimento per un territorio che ospita 216.000 abitanti e che deve disporre di una soluzione funzionale e corretta sotto il profilo ambientale per lo smaltimento dei rifiuti urbani.

Con le raccolte differenziate attualmente in atto, che si attestano nei Comuni del Consorzio intorno al 40%, il fabbisogno di smaltimento è calato ma resta comunque consistente (circa 55.000 ton/anno). Allo stesso tempo, è notevolmente aumentata la qualità ambientale e l’efficienza degli impianti che devono assicurare lo smaltimento dei rifiuti che non vengono destinati al riciclaggio. In particolare gli impianti destinati a bruciare i rifiuti sono diversi dal passato perché sono più sicuri (i fumi sono più puliti), permettono di recuperare energia e sono più controllati grazie a nuove apparecchiature che analizzano i fumi ed altre che controllano la qualità dell’aria.

Il Codice dell’Ambiente, pone tra i suoi obbiettivi più importanti il raggiungimento, oltre che di impegnativi traguardi di riciclaggio, dell’autosufficienza di smaltimento di ogni ambito di gestione dei rifiuti ed individua, in linea con le norme europee, nello sviluppo degli impianti d’incenerimento con recupero energetico una delle componenti chiave per dare razionalità al sistema di smaltimento.